Coronavirus, via al Centro Covid al Civile: ci saranno 170 posti letto

Ieri la presentazione del progetto e domani al via i lavori. 6,8 milioni di investimenti tutti arrivati dai privati.

(red.) Il progetto era stato annunciato lo scorso aprile quando gli assessori al Bilancio e al Welfare regionali Davide Caparini e Giulio Gallera avevano raggiunto l’ospedale Civile di Brescia nel periodo della piena pandemia da Covid-19. La notizia è che domani, giovedì 22 ottobre, partono ufficialmente i lavori alla scala 4 del massimo ospedale cittadino che diventerà un punto di riferimento per i malati Covid all’interno del complesso. Il progetto e l’annuncio dei lavori sono arrivati ieri, martedì 20 ottobre, da parte del direttore generale Massimo Lombardo, dalla presidente della Fondazione Spedali Civili Marta Nocivelli e da Fabrizio Spassini presidente della cooperativa “Per Brescia” che si occuperà dei cantieri.

Il piano prevede che entro novembre siano già pronti i primi due piani con 65 posti letto ed entro gennaio l’intera struttura sarà completata con un totale di 170 posti letto dedicati ai ricoverati Covid. L’operazione ha richiesto un investimento di 6,8 milioni di euro tra impianti e tecnologia e finanziata da privati. In particolare, 2,3 milioni provengono dalla Fondazione anche grazie alla generosità dei bresciani e per adeguare la struttura e gli impianti e altri 4,5 milioni da Intesa Sanpaolo per le tecnologie.

Il risultato sarà nei cinque piani del complesso isolato dal resto dell’ospedale, ma comunque collegato. Dal Civile fanno anche sapere che è stato lanciato il bando per assumere personale, anche se sarà impiegato anche quello interno dagli altri reparti, ma evitando di chiudere i posti letto non Covid.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.