Vaccino antinfluenzale, a Brescia scelte 25 sedi dove farlo

Ieri è stato presentato l'elenco delle strutture che hanno gli spazi adeguati per medici e pediatri incaricati.

(red.) Tra pochi giorni, lunedì 19 ottobre, anche nel bresciano si avvierà la nuova campagna di vaccinazione contro l’influenza e secondo periodi e indicazioni riportate sul sito internet dell’Ats. Ma intanto si è anche verificato che su 711 medici di famiglia attivi nel nostro territorio, 154 hanno deciso di non aderire a causa della mancanza di spazi adeguati. Infatti, quest’anno, visto il periodo pandemico, non sarà più possibile attendere nella saletta d’attesa del medico con gli altri pazienti, in ambulatorio, subito dopo essere stati sottoposti al vaccino.

L’altra incertezza riguarda, invece, le dosi disponibili mentre sembra chiaro che a ciascun medico aderente alla campagna, da lunedì 19 ottobre arriveranno le prime 30 dosi rivolte ai pazienti più fragili e la settimana successiva altre 20. Nel frattempo, di fronte alla ricerca di spazi dove effettuare il vaccino, il Comune di Brescia ne ha individuati 25. All’interno di questi i pazienti potranno recarsi dal medico o dal pediatra per sostenere il vaccino contro l’influenza.

In città e in periferia sono coinvolti il centro sociale Casazza, la Casa degli Alpini di via Nikolajewka, il centro Alberi di Vita di via Bligny, la parrocchia Santissima Trinità, l’oratorio del Villaggio Prealpino, la parrocchia San Barnaba, il centro Ause di via Saletto a Collebeato, l’oratorio San Filippo Neri del Villaggio Sereno, la parrocchia San Rocco di Fornaci, l’oratorio di Folzano, la parrocchia San Giacinto e di Santa Maria in Silva, l’ufficio di zona di via Farfengo, il centro civico di via Santellone, la Parrocchia Sacro Cuore di Gesù, del Villaggio Violino, al centro Don Brusinelli in via della Chiesa, il teatro di via Buffalora, il circolo Acli di via Cimabue, la parrocchia di Sant’Eufemia della Fonte, delle Sante Capitanio e Gerosa, il circolo Acli di Caionvico e l’area spettacoli viaggianti. Infine, la parrocchia di San Giovanni Evangelista e il parco dell’Acqua per il centro storico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.