Quantcast

Coronavirus a Brescia, multa e locale chiuso: nessuno con la mascherina

Nei guai anche il titolare, denunciato per non aver fornito i propri dati. Esito dei controlli nel fine settimana.

(red.) Nel fine settimana appena trascorso, soprattutto sabato sera 10 ottobre, gli agenti della Polizia locale in quattro pattuglie insieme ai carabinieri impegnati con una stazione mobile, un’unità cinofila e il 3° Reggimento di Milano hanno svolto i consueti controlli nel centro storico di Brescia per verificare il rispetto delle misure anti-contagio e fermare altri tipi di eccessi. E una situazione particolare che emergeva, come in altre parti d’Italia legate alla movida, il fatto che molti ragazzi fossero in assembramento e anche senza indossare correttamente la mascherina.

In ogni caso, sono scattate solo due sanzioni, tra una persona che non aveva il dispositivo di protezione individuale mentre si trovava in piazza Arnaldo e anche un locale che serviva alcolici a minori. Nei guai è finito anche il titolare de “La Fabbrica” di via Trieste all’interno del quale nessuno indossava la mascherina.

Per questo motivo sono arrivati 400 euro di multa e la sospensione dell’attività per cinque giorni che la prefettura potrebbe anche prorogare fino a un mese. Il titolare ha anche incassato una denuncia per essersi rifiutato di fornire i propri documenti e le proprie generalità. I controlli si sono svolti anche a livello stradale portando a diverse sanzioni per il mancato rispetto del Codice.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.