Brescia, 16enne costretto da coetanei a prelevare 100 euro

E' successo domenica sera per un 16enne che aveva appena accompagnato la fidanzata al convoglio metrobus.

(red.) Nella tarda serata di domenica 27 settembre un ragazzo di 16 anni è rimasto vittima di una rapina perpetrata da alcuni coetanei alla stazione della metropolitana di Brescia, nel centro storico cittadino. Luogo che in questi giorni è ancora più frequentato per la presenza di Librixia, la fiera del libro. Sembra che il giovane, in attesa di tornare dalla madre che lo aspettava in auto a poca distanza e proprio per evitare problemi e per motivi di sicurezza, avesse appena accompagnato la fidanzata al convoglio in partenza.

E subito dopo, compreso di essere seguito, ha cercato di tornare in superficie in ascensore, ma è stato raggiunto da alcuni ragazzi che gli hanno intimato di consegnare denaro. Il 16enne però non aveva contanti, ma solo una carta prepagata che è stato costretto a usare per prelevare 100 euro, poi dati ai suoi rapinatori. La madre, temendo che stesse succedendo qualcosa dopo non essere riuscita a mettersi in contatto con il figlio, si è sentita raccontare dal giovane cosa gli era successo.

E in piazza Garibaldi hanno incontrato una pattuglia della Polizia per dire loro dell’accaduto. Ieri, lunedì, il giovane si è presentato con la madre in questura per denunciare l’episodio. Ora le forze dell’ordine sperano di trovare elementi utili dalle immagini riprese dalle telecamere nella stazione del metrobus, mentre il giovane ha rivelato che i suoi rapinatori parlavano con un accento slavo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.