Brescia, ci risiamo: un altro sabato sera di far west tra ragazzi

Cintura usata come cinghia, una bottigliata e scontri tra gruppi di ragazzi. I residenti ora sono esasperati.

(red.) Il centro storico di Brescia, tra via Trieste e piazza Tebaldo Brusato, luoghi della movida, continua a far discutere per una serie di altri episodi di risse, aggressioni e insulti che sconquassano la tranquillità dei fine settimana e hanno ormai esasperato i residenti. Situazioni che si sono persino verificate anche in occasione di una serie di controlli da parte delle forze dell’ordine nel primo weekend di settembre. In questo caso e per quanto successo sabato sera 19 settembre sono i video registrati dai residenti e postati sui social network a raccontare di una situazione ormai invivibile, perdipiù a pochi passi dal comando provinciale dei carabinieri in piazza Tebaldo Brusato.

Le zone sono sempre quelle di via Trieste, via Carlo Cattaneo e proprio piazza Brusato dove ragazzi dai 16 ai 25 anni si picchiano tra di loro. C’è persino qualcuno che si rimette la cintura dopo averla usata come cinghia, mentre un’ambulanza raggiunge il posto e porta un ferito in ospedale.

Mentre altri due gruppi di ragazzi si scontrano levando le mani prima di essere separati. Ma si parla persino di una bottigliata. Di fronte a queste scene, i residenti chiedono maggiore presenza delle forze dell’ordine e la possibilità di rivedere gli orari di apertura dei locali per evitare episodi da far west ogni fine settimana.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.