Brescia piange il suo uomo dello spazio. E’ morto Guido Meggiorin

La sua era stata la prima azienda privata italiana a realizzare due piccoli satelliti lanciati in orbita.

(red.) Se Brescia ha visto la prima realtà privata italiana andare nello spazio è stato merito suo. Ieri, lunedì 7 settembre, è morto all’età di 76 anni (ne avrebbe compiuti 77 il 24 settembre) Guido Meggiorin. Nella seconda metà degli anni ’90 aveva fondato la MegSat Space Division all’interno del proprio gruppo industriale. E qui erano stati realizzati due piccoli satelliti per le telecomunicazioni, MegSat0 e MegSat1.

Il primo venne lanciato in orbita il 28 aprile del 1999 e permetteva una prima trasmissione dei dati. Ma in seguito era finito in mille pezzi nel 2003. A fine settembre del 2000, invece, aveva lanciato il MegSat1 che attualmente continua ancora a circolare in orbita. I movimenti dei due satelliti venivano gestiti dalla sede della MegSat in via Triumplina. Ma in seguito l’evoluzione tecnologica ha portato a concludere l’esperienza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.