Quantcast

Brescia: mini risse, alcol e droga nella movida del fine settimana

Alcuni fermati per aver picchiato un 17enne, altri segnalati alla prefettura dopo essere stati trovati con la droga. Ragazzina collassa per l'alcol

(red.) Dopo i numerosi episodi di aggressione (l’ultimo ai danni di un giovane per una giacca) che si sono consumati nei giorni e nelle settimane precedenti a lunedì 7 settembre, nel fine settimana tra venerdì 4 sera e domenica 6 settembre, piazza Tebaldo Brusato, piazzale Arnaldo, corso Magenta e via Tosio hanno visto un vasto schieramento di forze dell’ordine.

Ma, nonostante la loro presenza, si sono comunque verificati alcuni episodi di aggressione, indotti anche dall’alcol e dalla droga. Le ultime denunce sono scattate nei confronti di tre ragazzi, di cui un minorenne, che avevano mollato un pugno a un 17enne durante una rissa scoppiata per futili motivi, in particolare l’urto di uno specchietto.

Ma nel corso dell’attività del fine settimana sono stati anche sequestrati diversi grammi di hashish e marijuana e sei minori segnalati alla prefettura grazie a una verifica con la presenza dell’unità cinofila di Orio al Serio. Da via Cattaneo, invece, alcune ragazze hanno chiesto aiuto per un’amica di 17 anni che si era sentita male dopo aver alzato troppo il gomito.
Gli amici della giovane hanno allertato il 112 che ha inviato sul posto un’ambulanza: la ragazza collassata per aver ingurgitato troppo alcol è stata ricoverata in ospedale per accertamenti, ma le sue condizioni non sono gravi. Dell’accaduto sono stati subito informati anche i genitori.

Come si ricorderà venerdì notte gli agenti della Polizia Locale si erano trovati di fronte il gruppetto di amici che aveva malmenato due 20enni. E così la zona del centro storico continua a restare al centro dei controlli tra ragazzi troppo agitati, consumo di sostanze stupefacenti, alcol esagerato, risse e anche locali sanzionati per il mancato rispetto delle regole in tema di lavoro nero e altro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.