Brescia, viola i servizi sociali: la Polizia lo trasferisce in carcere

Un 36enne è stato fermato e si è visto notificare l'ordine di carcerazione dal magistrato di sorveglianza.

(red.) Nelle ore precedenti a mercoledì 12 agosto si sono aperte le porte di una cella del carcere di Canton Mombello a Brescia per un uomo di 36 anni che lo scorso giugno, finito nei guai, era però riuscito a ottenere l’affidamento ai servizi sociali come misura alternativa. Tuttavia la sua condotta non sarebbe stata in linea con le indicazioni e spesso l’uomo sarebbe stato visto in luoghi dove non poteva andare.

Una continua violazione delle disposizioni che ha portato a far intervenire il magistrato di sorveglianza aggravando la misura con il carcere lo scorso luglio. Ma nel frattempo il 36enne si è reso non rintracciabile e sono stati gli agenti di una Volante della questura di Brescia a fermarlo notificandogli l’ordine di trasferimento dietro le sbarre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.