Quantcast

Tpl, Brescia punta su una sola linea del tram: Pendolina-Fiera

Sciolto il contratto con Ferrovie dello Stato, la linea via Vallecamonica-Bornata rinviata a un secondo momento.

(red.) Il tram come altro mezzo di trasporto pubblico locale da aggiungere alla già presente linea della metropolitana e, ovviamente, agli autobus di superficie. Del progetto del tram a Brescia già si sapeva, ma nelle ore precedenti a sabato 18 luglio è arrivato un importante cambio di strategia di cui dà notizia Bresciaoggi. In pratica, per il momento, si punterà su una sola linea del tram, cioè quella dalla Pendolina alla Fiera rinviando a un altro momento, anche se resta da valutare, quella da via Vallecamonica alla Bornata.

Salta così anche il project financing e l’accordo con Ferrovie dello Stato. La giunta del sindaco Emilio Del Bono ha quindi deciso di mollare la presa, per ora, su una delle due linee in progetto e chiedere risorse nell’ambito di un secondo bando con il quale finanziare interamente (non a metà) la linea scelta e indicata come prioritaria.

Quindi si punterà l’attenzione sulla linea Pendolina-Fiera per un costo di circa 250 milioni di euro e per un’area che il Comune ritiene più scoperta. Brescia Mobilità avrà tempo fino al 31 ottobre per presentare il progetto al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con cui accedere al finanziamento, mentre l’assessore alla Mobilità Federico Manzoni, interpellato dal quotidiano bresciano, ha sottolineato che lo stop all’altra linea resta solo provvisorio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.