Brescia, ordinanza “libera” gli analcolici dall’obbligo ai tavoli

Il provvedimento prorogato fino al 26 luglio. Ma bevendo analcolici si può stare in piedi all'aperto o al bancone.

(red.) Probabilmente si intende anche come un modo di voler manifestare maggiore vicinanza ai locali dopo un periodo complicato di chiusura per alcuni mesi legati al lockdown. L’ordinanza che il sindaco di Brescia Emilio Del Bono aveva firmato per permettere ai clienti di consumare i drink solo stando seduti ai tavolini è stata in parte modificata. Il primo cittadino, dopo una riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica ha deciso di prorogare il provvedimento fino a domenica 26 luglio, ma con una novità importante.

Infatti, se si bevono analcolici tra bar e ristoranti si può stare anche all’interno del locale al bancone oppure all’esterno in piedi e non per forza ai tavolini. Di conseguenza, l’obbligo di sedersi e il divieto di asporto dal giovedì alla domenica dopo le 20 riguarda solo gli alcolici. In ogni caso, chi volesse consumare analcolici e potrà quindi stare in piedi, dovrà comunque rispettare le misure di distanziamento e indossare la mascherina.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.