Quantcast

Troppa gente tra i parchi a Brescia, video appello del sindaco Del Bono

"Non è il momento del libera tutti, ma quello della responsabilità". Ci sono ragazzini che giocano a pallone.

(red.) Le sue parole sono più concilianti rispetto a quelle che aveva lanciato il suo collega sindaco Beppe Sala a Milano contro i Navigli affollati all’ora dell’aperitivo, con assembramenti e gente che non indossava la mascherina. Ma anche a Brescia il primo cittadino Emilio Del Bono, attraverso un video postato su Facebook, si rivolge ai cittadini chiedendo di rispettare le regole. E il motivo arriva da alcune aree verdi piene (forse troppo) di bresciani. Un problema che si manifesta soprattutto nel pomeriggio tra Campo Marte e il parco Ducos. Tuttavia, la Polizia Locale, a parte qualche sanzione emessa contro gli assembramenti, sottolinea che i bresciani stanno rispettando le norme.

Anche se a vedere le immagini che arrivano dai parchi non sembra di essere in una delle città che è stata tra le più martoriate dal coronavirus. E su questo fronte lo stesso Comune di Brescia, in vista anche del fine settimana, ha chiesto che venga rispettata la modalità del solo asporto tra bar e locali. Quindi, è possibile acquistare bevande e cibi, ma consumandoli fuori e a distanza dal locale. Visto che in questo fine settimana tra sabato 9 e domani, domenica 10 maggio, è previsto un clima caldo e sereno, il sindaco Del Bono invita a prestare attenzione e disponendo anche maggiori controlli delle forze dell’ordine. “Questo non è il momento del libera tutti bensì quello della libertà responsabile. Non bisogna uscire a vanvera – dice il primo cittadino – poiché le regole sono chiare.

Il video appello del sindaco Emilio Del Bono

La passeggiata è consentita per attività motoria, ma sempre con la mascherina, tranne nel momento di attività intensa e maggior sforzo. Poi bisogna rimetterla. Non dobbiamo dimenticarci che il rischio di una seconda ondata è ancora elevato. I medici continuano a dirmi di ricordarlo alla popolazione”. E per evitare assembramenti, il Comune sta anche valutando la possibilità di riaprire altri parchi. In ogni caso, questa situazione non riguarda solo il capoluogo, ma anche i laghi, in particolare il Garda e il Sebino dove si teme per il fine settimana soleggiato e caldo che potrebbe portare a delle “invasioni”. Ma su questo fronte il Sebino sta mantenendo le spiagge chiuse, così come farà il Benaco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.