Quantcast

Brescia, accordo tra Teatro Grande e la Santa Giulia

Gli studenti dell'Accademia saranno impegnati in vari progetti di alternanza di scuola e lavoro per promuovere l'immagine di uno dei simboli della città.

(red.) Prima la teoria sui banchi di scuola dell’Accademia Santa Giulia, poi la pratica in uno dei simboli di Brescia come è il Teatro Grande. Lunedì 20 marzo a palazzo Loggia è stato siglato un accordo, sostenuto dal sindaco Emilio Del Bono, tra la Fondazione a capo del teatro e il Gruppo Foppa. La prima attività era stata a gennaio quando gli studenti hanno recuperato i dipinti affrescati nel ridotto della struttura culturale di corso Zanardelli.

Ora il legame tra l’Accademia e il teatro si fa ancora più approfondito, con progetti che riguardano l’arte visiva e la musica, contenuti multimediali per il teatro, laboratori per le scuole e visite guidate, ma anche grafica, comunicazione e web design.

Giovanni Nulli e Giovanni Lodrini del Gruppo Foppa parlano di un vero e proprio percorso di alternanza tra scuola e lavoro, con la possibilità di svolgere tirocini curriculari e non solo. Di fatto, gli studenti si metteranno al servizio dei giovani e del territorio per promuovere l’immagine del Teatro Grande.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.