Quantcast

Radiograph of a family, proiezione mercoledì al cinema Sereno

Più informazioni su

(red.) Mercoledì 24 novembre alle 20.50 al Cinema Sereno di Brescia sarà presentato Radiograph of a family della regista iraniana Firouzeh Khosrovani,  da sempre attenta osservatrice dei fenomeni socio-politici del suo Paese, e che ripercorre la sua vita di figlia attraverso tasselli di memoria e ricordi dei suoi genitori. Un documentario d’archivio sulle origini e sui conflitti familiari che raccontano le mutazioni culturali di un Paese. Da Teheran alla Svizzera un commovente ritratto di famiglia.

«Sono il prodotto dell’insanabile contrapposizione tipicamente iraniana tra laicismo e ideologia islamica», dice la regista Firouzeh Khosrovani, figlia di padre laico e madre musulmana praticante. Nella sua famiglia, come in tante altre, gli effetti della rivoluzione islamica hanno influito su ogni aspetto della vita quotidiana. Mentre il padre continuava ad ascoltare Bach, la madre si dedicava all’attivismo religioso. In casa niente carte gioco o foto di donne senza hijab. Una famiglia divisa, una figlia combattuta. Attraverso fotografie, lettere e voci, la regista racconta la sua giovinezza. La sua storia privata assurge a metafora dei cambiamenti della società iraniana negli ultimi quarant’anni.

La proiezione, rientra nella programmazione di “A Tutto Schermo” la manifestazione, giunta al decimo anno e promossa da “La Rete degli Spettatori” che porta in giro per l’Italia il meglio del documentario italiano e internazionale con proiezioni e incontri con gli autori. Un’iniziativa che sposa il ritorno in sala e che vuole sottolineare l’importanza del cinema documentario.

Selezionatori dei film presentati: Valerio JalongoPaola Casella, Fabrizio GrosoliEmanuele Rauco e Lorenzo Dionisi. L’obiettivo è stato individuare titoli che potessero illustrare la varietà, la profondità e la bellezza degli approcci che i cineasti italiani e stranieri, hanno nei confronti del cinema. Un obiettivo condiviso per portare il cinema e la cultura dove non arrivano, creando uno spazio sempre maggiore per il cinema indipendente e per il cinema del reale in particolare.

“A Tutto Schermo” è un’iniziativa promossa da La Rete degli Spettatori con il sostegno del Ministero della Cultura – Direzione generale Cinema e audiovisivo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.