A Torbole una festa per l’Inaugurazione della Casa della bonifica

Il Consorzio Oglio Mella festeggia la Giornata provinciale dell'acqua con una giornata che ricorda l'avvio della bonifica delle paludi Biscia e Chiodo.

Locandina Giornata provinciale dell'acqua Torbole

Torbole Casaglia. Nell’anno in cui in tutta Italia si celebra il centenario della bonifica moderna – nel 1922 si tenne a San Donà di Piave il congresso nazionale che diede il via ai grandi progetti d’intervento – anche nel Bresciano ricorrono i cento anni della bonifica delle paludi Biscia e Chiodo. L’allora Consorzio Biscio Chioda Prandona, a cavallo tra il 1920 e il 1922, rese salubri e coltivabili i terreni acquitrinosi dell’alta pianura tra Azzano Mella, Lograto, Mairano e Torbole Casaglia, interessando oltre 1800 ettari.
In occasione della prima Giornata provinciale dell’Acqua, promossa da Acque Bresciane nell’ambito di AB Community, il Consorzio di bonifica Oglio Mella sabato 11 giugno, alle ore 10 a Torbole Casaglia (piazza della Repubblica) inaugura la Casa della Bonifica, con lo scoprimento della targa dedicata al centenario posta sull’edificio che ospitava il guardiano dei pozzi.
Ci sarà un’area food aperta a pranzo e a cena, sono in programma laboratori per bambini e una biciclettata nei luoghi dell’acqua.
“Nell’anno in cui si ricorda anche a livello nazionale il centenario della bonifica moderna, far memoria della lungimiranza dei protagonisti di quella stagione”,  evidenzia Gladys Lucchelli, commissario regionale del Consorzio di bonifica Oglio Mella, “impone oggi di rinnovare l’impegno ad affrontare, con una programmazione di largo respiro, le sfide che sono drammaticamente poste dalla crisi climatica, i cui effetti si stanno evidenziando anche in questi mesi caratterizzati da una severa criticità idrica causata dalla siccità. Come cent’anni fa, anche oggi serve uno sguardo proiettato al futuro nella gestione di questa risorsa fondamentale per il progresso economico e civile del Bresciano, a partire dall’agricoltura dove l’acqua è alla base di quasi il 100 per cento della produzione agroalimentare provinciale”.

Il Consorzio di Bonifica Oglio-Mella – informa una nota – è un ente pubblico economico a carattere associativo e fa parte del sistema regionale lombardo. Il comprensorio amministrato interessa una superficie complessiva di quasi mille chilometri quadrati nell’area compresa tra il fiume Oglio e il fiume Mella, coinvolgendo 72 comuni della pianura occidentale bresciana, compresa la città. Il Consorzio si occupa della bonifica e della sicurezza idraulica del territorio, dell’uso plurimo e della razionale utilizzazione a scopo irriguo delle risorse idriche, della provvista, regimazione e tutela quantitativa e qualitativa delle acque irrigue, del risparmio idrico, dell’attitudine alla produzione agricola del suolo e dello sviluppo delle produzioni agro-zootecniche e forestali, della salvaguardia e della valorizzazione del territorio e delle sue risorse, della promozione e realizzazione di azioni e attività di carattere conoscitivo, culturale e divulgativo sulle tematiche della bonifica delle risorse idriche e del suolo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.