Quantcast

Frattini a Karzai: “Indagini veloci”

Più informazioni su

    emergencylogomini.jpgIl ministro italiano chiede di accelerare. Ed Emergency lascia Lashkar-gah.

    garattimarco1.jpg
    (red.)
     Il ministro degli Esteri italiano Franco Frattini ha fatto sapere di aver spedito una lettera al presidente afgano Hamid Karzai chiedendo "un'accelerazione delle indagini" sui tre arrestati, il chirurgo bresciano Marco Garatti e i suoi colleghi Matteo Dell'Aira e Matteo Pagani accusati di aver partecipato a un complotto contro il governatore della regione di Helmand Gulab Mangal.
    "Ancora non si si sa nulla sulla loro sorte e sulla loro posizione “ dice Emergency, che ha chiesto la liberazione dei suoi operatori (leggi qui) e sottolinea come  “a quasi tre giorni dall'irruzione in ospedale nessuna notizia sia ancora stata fornita".
    Dopo le informazioni contraddittorie, con le gravissime accuse di legami con i Taliban, Emergency ha comunque abbandonato l’ospedale di Lashkar-gah, e ha ritirato i propri operatori internazionali trasferendoli a Kabul.
    La struttura sanitaria, presidiata dalla polizia afgana, resta in mano al personale locale. Da quando sono stati portati via i tre cooperanti non è stato infatti più possibile garantire il servizio e la sicurezza dell’ospedale e gli operatori stranieri erano rimasti asserragliati nell'edificio dell'organizzazione. A sbloccare la situazione è stata la mediazione dell'ambasciatore italiano a Kabul, Caludio Glaentzer.
    La cattura è avvenuta sabato con il ritrovamento di armi ed esplosivi nell'ospedale di Lashkar-gah (leggi la notizia e guarda il video con il blitz). Poi la falsa informazione di una confessione sucecssivamente smentita (leggi qui).

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.