Quantcast

Espropri gasdotto Snam Chiari-Travagliato, c’è l’intesa

(red.) È stato siglato oggi il Protocollo d’intesa per gli espropri nelle aree agricole necessari alla realizzazione del metanodotto Mornico al Serio-Travagliato (Snam) nel tratto tra Chiari e Travagliato.
Il direttore Gabriele Trebeschi, che ha sottoscritto l’accordo in rappresentanza di Confagricoltura Brescia, commentando l’intesa ha evidenziato che “grazie al protocollo sarà possibile assicurare ai proprietari e ai conduttori dei fondi coinvolti procedure di indennizzo più rapide e con valori equi”.

L’accordo infatti ha lo scopo di favorire la definizione bonaria del procedimento finalizzato all’imposizione della servitù di gasdotto. A tal fine Snam prevede incentivi per accelerare il procedimento espropriativo, riconoscendo agli espropriati indennità supplementari rispetto a quelle previste dalla legge per la costituzione forzosa della servitù di gasdotto.

Sono previsti, inoltre, tempi di pagamento immediati alla presa di possesso delle aree ed indennità aggiuntive per i mancati introiti in caso di perdita di contributi riconosciuti dalle norme di settore in seguito allo scorporo della superficie eleggibile del passaggio del gasdotto, oltre alle indennità per l’incidenza dei lavori sul livellamento dei fondi.

“È necessario inoltre – ha concluso il direttore di Confagricoltura Brescia – che, nelle fasi di realizzazione dell’opera sia garantita al sistema agricolo l’accessibilità a tutti i fondi agricoli e a tutti gli edifici contigui tracciato. Va inoltre preservato il reticolo idrico con il mantenimento della qualità delle acque e delle captazioni irrigue”.

Snam si impegnerà quindi, durante l’esecuzione dei lavori, a garantire la possibilità di coltivare e di irrigare i fondi accedendovi con mezzi agricoli, anche per gli appezzamenti ubicati a monte e a valle della pista di lavoro, utilizzando la pista stessa e i varchi predisposti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.