Comi (FI): “Expo, servono tv estere”

Più informazioni su

lara comi(red.) “Da domani la Rai farà scattare il conto alla rovescia che ci condurrà a Expo. Mancano 50 giorni, e la Rai mette a punto documentari e programmi. Osservo però che l’Esposizione Universale è un evento appunto “universale”, che deve promuovere Milano, la Lombardia e l’Italia all’estero. Auspico che dei cospicui investimenti destinati a far conoscere Expo attraverso i media una parte consistente sia riservata anche a testate straniere. A quanto ammonta il budget per i network nazionali (ma è la Rai che farà la parte del leone) e qual è invece l’investimento per le tv straniere? E’ infatti all’estero che dobbiamo pubblicizzare l’evento per averne un ritorno in termini di visitatori e di promozione del made in Italy. Mi sembra opportuno ragionare insieme su questo aspetto importante, una volta che Expo avrà fornito il dato di investimento sulla comunicazione sui media esteri”. Così Lara Comi, europarlamentare di Forza Italia e Vice-presidente del gruppo PPE.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.