Quantcast

«Stefana, la crisi si sente anche a Ospitaletto»

Più informazioni su

acciaierie stefana_Ospitaletto(red.) La crisi della Stefana? «Sta producendo i suoi effetti anche a Ospitaletto». Lo scrive, in una nota, il Comitato CivicaMente Cittadini di Ospitaletto (Brescia) che denuncia come «alla I.S.A. di Ospitaletto, azienda facente capo a Stefana S.p.A. e nella quale lavorano 249 dipendenti, da parecchi anni si lavora a singhiozzo: nel  2013 ci sono state solo poche settimane di produzione e per il resto dell’anno il personale è stato lasciato a casa, sopperendo con gli ammortizzatori sociali (Cis-Cigs e contratti di solidarietà) che termineranno nel maggio 2015».
«Stefana S.p.A., che comprende quattro stabilimenti per un numero complessivo di 680 dipendenti, è entrata in crisi debitoria con incerte prospettive dal novembre 2014. Le varie vicende di sospensione delle forniture di gas e energia elettrica, danno il segno della gestione fallimentare dell’azienda che nulla ha a che fare con i lavoratori, che ne subiscono le conseguenze».
«Le ultime vicende- prosegue il Comitato- con l’erogazione di 1.000.00 euro come anticipo degli stipendi di dicembre 2014 e il deposito della domanda di concordato (a fronte della quale il Giudiche ha concesso la possibilità  di presentare un piano complessivo entro 120 giorni), non possono lasciare soddisfatti i lavoratori.
E’ davvero una situazione di incertezza e di fortissimo stress per i 680 lavoratori e per le loro famiglie. Per i 249 lavoratori di Ospitaletto da parte dell’azienda le risposte continuano a non arrivare. La presentazione della richiesta di concordato è un segnale emblematico della volontà dell’azienda. Bene ha fatto la Fiom a proclamare il presidio della sede centrale di Stefana Spa a Nave».
«Dopo varie manifestazioni, nell’ultima del 20 gennaio 2015, con un’assemblea, la FIOM e le R.S.U. hanno presentato una proposta da sottoporre a tutti i soggetti coinvolti nella vicenda, esprimendo la volontà di continuare la lotta. Illustrare gli articoli della stampa o pubblicare le fotografie delle manifestazioni, però, non basta; non è sufficiente, secondo noi- prosegue il Comitato CivicaMente-per poter dire di aver fatto il possibile».
«CivicaMente – Cittadini di Ospitaletto- conclude la nota- invita i lavoratori a proseguire nella lotta, coinvolgendo anche i cittadini dei paesi dove la Stefana Spa ha gli stabilimenti, ricordando anche agli amministratori locali tutte le facilitazioni concesse nel tempo all’azienda, senza aver mai chiesto alcuna garanzia di occupazione».

 

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.