Quantcast

Lega, “Stop a Mare Nostrum”

(red.) Un incremento dei clandestini dell’823%, +30mila immigrati in 4 mesi, 9,3 milioni di euro di soldi pubblici spesi ogni mese.
Questi i numeri che il deputato leghista Nicola Molteni ha portato in aula nell’ambito della discussione della mozione Lega Nord, che chiede l’immediato stop a Mare Nostrum e contesta “i 1.200 euro oggi assicurati ai clandestini, la metà della pensione sociale con cui vivono migliaia di italiani”.
Il Carroccio ha esibito in aula cartelli con la scritta “Clandestino è reato”. «Siamo l’unico Paese al mondo che usa l’esercito per aiutare gli scafisti», ha detto Molteni, «Con 6 mln di italiani sotto la soglia di povertà e 3 milioni di disoccupati, l’Italia non ha bisogno di immigrati». Il collega Davide Caparini, responsabile comunicazione del Carroccio, eletto a Brescia ha accusato l’Esecutivo di essere un “cacciaballe” e di aver reso l’Italia “il buco nero dell’Europa”, mostrando «incapacità e dilettantismo nel gestire l’emergenza immigrazione”. Il deputato leghista ha sottolineato che di tutti gli sbarcati “solo l’8% ha i requisiti per dirsi ‘profugo’».  

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.