Quantcast

Infrastrutture Lombarde, Tindiglia (Idv): «Verifica su spoil system»

(red.) «Troppo semplice cavarsela con un semplice scarica barile nei confronti di chi ha preceduto e governato fino all’anno scorso. Il terremoto giudiziario e politico che ha colpito Infrastrutture Lombarde e che minaccia il buon esito di Expo è una responsabilità politica anche di chi, sebbene in modo indiretto, ha comunque reso possibile che tutto ciò accadesse».
Non usa mezzi termini il Segretario Regionale dell’ IDV lombardo Carmelo Tindiglia che affida ad una nota il commento sulla nomina di lunedì di Diego Riccardo Robuschi a nuovo direttore dei lavori per Expo 2015.
«Non è solo il sistema di potere costruito da Formigoni ad essere messo sotto accusa – si legge nella nota di Tindiglia – ma l’intero spoilsystem del Pirellone e con esso la maggioranza politica che ha contribuito alla sua creazione e funzionamento. La Lega Nord, in qualità di forza politica di maggioranza e di governo in Regione Lombardia, ha sempre sostenuto le scelte di Formigoni e per tanto non può far finta di nulla. Non basta una scrollatina delle spalle, una conferenza stampa e qualche foto di rito con il Ministro Lupi per restituire fiducia ai cittadini e credibilità alle Istituzioni».
«Sono perplesso sull’opportunità di nominare, in un ruolo strategico e in un momento così delicato, un collaboratore diretto di Alberto Porro, tra gli indagati al centro della bufera su Infrastrutture Lombarde spa, tuttavia la politica nel nostro paese troppo spesso ultimamente giustifica scelte discutibili in nome dell’emergenza. Garantire continuità ai lavori per Expo non può più consentire di non rispettare le regole e la trasparenza. Il vero cambiamento – conclude la nota – inizierà quando a fare la differenza su certi incarichi e a pesare su certe nomine saranno valori quali la competenza, lo spessore morale ed etico e la trasparenza. A un anno dall’elezione al Pirellone di Maroni, è cambiata l’orchestra, o parte di essa, ma non la musica. Fintanto che la discriminante dello spoilsystem lombardo sarà l’appartenenza politica e la fedeltà al Governatore, sarà difficile cambiare registro».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.