Quantcast

Parolini (Ncd): “Aeroporto Montichiari deve essere lombardo”

(red.) “Anche Montichiari dovrà far parte integrante del sistema aeroportuale lombardo”. È quanto affermato da Mauro Parolini, capogruppo del Nuovo Centrodestra in Consiglio regionale, dopo l’approvazione della mozione che chiede alla Giunta regionale di “sostenere lo sviluppo strategico del comparto aeroportuale in Lombardia” rappresentato dagli scali di Linate, Orio al Serio e, appunto, Montichiari.
“Con l’approvazione di questa mozione – precisa Parolini – si riconosce finalmente che l’aeroporto bresciano non è un doppione di altri scali lombardi e tantomeno veneti, ma, al contrario, li integra con caratteristiche e funzionalità specifiche. In secondo luogo, inserito nel sistema aeroportuale lombardo, Montichiari è dotato di ottimi collegamenti infrastrutturali, dall’uscita della tangenziale esterna di Brescia a quella prevista nel prossimo lotto dell’alta velocità Brescia-Verona. La mozione approvata sollecita la giunta regionale a assumere adeguate iniziative per favorire lo sviluppo integrato del sistema aeroportuale che prevede vocazioni specifiche per ogni scalo e in particolare un ruolo nel cargo e nei voli turistici per l’aeroporto di Montichiari. Dopo anni – conclude Parolini – di inefficace gestione da parte della Catullo sarebbe opportuno individuare anche nuovi assetti societari orientati allo sviluppo dell’aeroporto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.