Quantcast

Iseo, si smantellano le roulotte

Più informazioni su

(red.) Non si arresta la guerra del Comune di Iseo contro le roulotte. Anzi, forse è arrivata allo scontro decisivo.
Il Comune di Iseo ha disposto l’ordinanza di rimozione e demolizione delle costruzioni e dei manufatti sprovvisti di  titolo edilizio e di autorizzazione paesistica per 11 campeggi sui 14 presenti nel territorio comunale di Iseo, così come richiesto dalla Soprintendenza dallo scorso giugno. Tre strutture, invece, sono in regola, con casette fisse tipo bungalow e nessuna roulotte «immobile» parcheggiata nel campeggio tutto l’anno. I termini di scadenza per ottemperare all’ordinanza, o per fare ricorso al Tar, scadranno il prossimo 20 febbraio. L’ufficio tecnico nelle ultime settimane ha provveduto ad effettuare una serie di sopralluoghi:tutte le strutture ricettive sono state accertate, così da ottenere una mappatura esatta dei camping, degli addetti, delle presenze e dei servizi, in un panorama che conta circa 1.600 piazzole sul suolo di Iseo.
Nei giorni scorsi, in consiglio, la minoranza aveva proposto una mozione in cui chiedeva di permettere ai campeggi di trasformarsi, almeno in parte, in villaggi turisti. La mozione, tuttavia, è stata bocciata.«Le istanze presentate nel Pgt per trasformare una parte di campeggio in villaggio turistico erano state dodici -ricorda a proposito il sindaco Riccardo Venchiarutti -. Per il resto siamo chiamati a tutelare le coste, preservando quanto ancora c’è di intatto sul territorio». Insomma,secondo il sindaco è stato fatto tutto il possibile e oltre non si può andare.«In questi mesi alcuni titolari di campeggi hanno già provveduto a disporre lo smantellamento delle strutture fisse », conferma l’assessore all’Urbanistica Emilio Agostini.
Una battaglia però combattuta in due direzioni: nemmeno i campeggiatori intendono infatti mollare, ma hanno già comunicato di intendere proseguire le manifestazioni portate avanti negli ultimi mesi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.