Riforma Aler, “bene tagli, ora più efficienza”

“Bene il taglio dei costi, ora maggiori controlli e più efficienza”; così il consigliere regionale del Carroccio, Donatella Martinazzoli, commenta la riforma dell’Aler , fortemente voluta dal Governatore Maroni.
“Vengono azzerati – dichiara il consigliere leghista – i Consigli di Amministrazione attualmente composti da sette componenti; viene poi istituita la figura del presidente unico: in sostanza si passa da 91 consiglieri di amministrazione ai soli 5 presidenti attuali. È questo un deciso passo avanti  nel taglio dei costi della politica: il risparmio previsto si aggira attorno ai 5 milioni di euro; ma altre spese di beneficio si avranno dall’accorpamento delle vecchie agenzie . L’obiettivo di questa riforma, fortemente voluta dalla Lega Nord, è quello di massimizzare il rapporto fra costi ed organizzazione.  Oltre ad eliminare costi superflui, si garantisce un’azione coordinata da parte della Regione per risolvere i problemi riguardanti l’amministrazione del patrimonio immobiliare in capo all’ALER.  La riduzione da 13 a 5 aziende autonome, peraltro nel pieno rispetto della rappresentatività dei territori, mette fine al caos amministrativo che sino ad ora ha visto le differenti agenzie muoversi in maniera totalmente disomogenea”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.