Quantcast

Rolfi: «Contro la ludopatia i sindaci non sono più soli»

(red.) Successo bipartisan per la legge contro la ludopatia. Dopo la soddisfazione espressa dal consigliere Pd Gian Antonio Girelli anche Fabio Rolfi (Lega Nord) dà sfogo alla propria approvazione.
«Si tratta di un intervento coraggioso e innovativo fortemente voluto dal Consiglio Regionale per dare risposte tangibili a una realtà come quella della Lombardia, particolarmente esposta al fenomeno della ludopatia».  «Il provvedimento, – continua Rolfi – interessa diversi aspetti del problema, offrendo soluzioni molteplici. Fra le altre cose, la creazione di sistemi ad hoc per la prevenzione (in collaborazione con le ASL e i Comuni) e interventi di carattere fiscale nei riguardi di chi gestisce attività con videopoker e slot machine, mediante il principio di premialità, nell’ottica di incentivare i comportamenti virtuosi».
Soddisfazione unanime, dunque, al Pirellone, per un provvedimento che si propone di contrastare quella che è una vera e propria piaga lombarda. Secondo le stime dell’Asl, a livello statale, sono circa 15 milioni i giocatori abituali e di questi circa 2 milioni sono a rischio patologico. Inoltre le cifre parlano di 5-6 miliardi di euro necessari ogni anno per curare chi soffre di dipendenze da gioco d’azzardo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.