Sovraffollamento carceri, Borghesi (Lega): “Problema da risolvere, ma non con il decreto”

(red.) “Quanto sta accadendo a Roma  èscandaloso. Sia ben chiaro, il problema del sovraffollamento delle carceri  èun problema reale e molto grave che merita grande attenzione ma va risolto in tutt’altro modo”. Ad affermarlo è il deputato della Lega Nord, il bresciano Stefano Borghesi.
“Alla Camera sta per essere approvato il decreto svuotacarceri: si stima che oltre 6 mila detenuti saranno messi agli arresti domiciliari senza alcuna possibilità di essere controllati. Detenuti che hanno subito condanne fino a 6 anni di carcere per reati odiosi come il furto, lo scippo, il furto in abitazione, lo stalking, la pornografia e prostituzione minorile, la violenza privata, gli atti persecutori”, ha aggiunto Borghesi.
“Con questo provvedimento che grida vendetta andremo ad aumentare l’insicurezza e il numero dei reati e non risolveremo il problema del sovraffollamento delle carceri.La Lega Nord ha proposto che per risolvere questo problema vengano costruite nuove carceri e che vengano stipulati accordi bilaterali per permettere ai detenuti extracomunitari di scontare la pena nel loro paese di origine. Tutti i nostri emendamenti sono stati bocciati e siamo stati tacciati di razzismo”.
“Ora vediamo che il sindaco di Brescia ha dichiarato che per risolvere il problema di Canton Mombello serve un nuovo carcere. Siamo d’accordo con lui”, ha concluso Borghesi, “peccato che i suoi compagni di partito a Roma stiano sostenendo un’altra vergognosa soluzione: un indulto di fatto che manderà i delinquenti a trascorrere la propria pena comodamente sul divano di casa senza alcuna garanzia che questi non tornino a delinquere”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.