Quantcast

Maxi macello, negli striscioni il “no” di Legambiente

(red.) Una serie di striscioni che a Manerbio (Brescia) e a Calcio (Brescia) hanno apposto nei siti agricoli dove gli è in programma la realizzazione di un maxi-macello e e di un mega-polo logistico Italtrans.
Gli attivisti di  Legambiente Bassa Bresciana, che si oppongono alla realizzazione dei due poli produttivi, difendono “la campagna, alla luce di quanto è successo di nuovo nel centro Italia in seguito alla impermeabilizzazione selvaggia del suolo agricolo”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.