Rifondazione Comunista: tagli lineari e spese inutili a Brescia

(red.) “Oltre ai tagli e agli scandali della politica nazionale si allunga l’elenco delle vergogne della giunta cittadina retta dal patto Paroli-Rolfi, ovvero Compagnia delle Opere – Lega”.
Rifondazione Comunista mette sotto accusa i pesanti tagli lineari che a Brescia hanno portato e porteranno: alla riduzione del servizio per l’assistenza agli anziani con la cassa integrazione alle assistenti domiciliri, al taglio ai contributi per gli indigenti, all’azzeramento del trasporto per disabili, ai tagli alle scuole materne: riduzione delle sezioni, innalzamento a 29 bambini per classe, riduzione del personale a sostegno dei portatori di handicap; sospensione del servizio mensa ai bambini delle famiglie che a causa della crisi sono in ritardo con i pagamenti delle rette; chiusura dei centri di aggregazione giovanile; blocco di tutte le liste per le richieste di accessi ai servizi; riduzione degli appalti per la gestione del verde pubblica; cassa integrazione per il personale dei musei cittadini; chiusura del consultorio di via Baracca.
Per contro, si spenderebbero soldi per opere inutili e costose come la rimozione delle panchine dal centro storico, la pensilina di Piazza Rovetta o il rifacimento della curva nord dello stadio Rigamonti.
Di tutto questo si parlerà sabato 10 novembre alle 15 al  Museo Ken Damy, in Corsetto Sant Agata 22, a Brescia, con Fiorenzo Bertocchi, segretario provinciale PRC, Patrizia Moneghini, Segretaria Funzione Pubblica CGIL, Dino Greco, Direttore di Liberazione, con il coordinamento di Sebastiano Sorio (sezione Dell’Angelo-Ghetti PRC).


            
            
           
        

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.