Quantcast

Saglia: “Contro Clini, macchina del fango”

(red.) “Contro il ministro Clini è stata tentata un’inaccettabile operazione da macchina del fango”.
È quanto ha dichiarato il deputato bresciano Stefano Saglia, capogruppo Pdl in Commissione Attività Produttive alla Camera, che esprime la sua solidarietà verso il ministro dell’Ambiente, citato in un’intercettazione del 2010 secondo alcuni giornali locali.
“Il Ministro Clini”, ha continuato il deputato, “all’epoca della presunta intercettazione, era direttore della direzione generale per lo Sviluppo Sostenibile, il Cima e l’Energia, non competente in materia di autorizzazione integrata ambientale (Aia). Si tratta di un falso come è stato chiaramente confermato dal procuratore Francesco Sabastio. Forse dietro tutto questo c’è il disegno di qualcuno che vorrebbe far saltare il lavoro avviato dal Ministro con il decreto sulle bonifiche per risolvere il caso Ilva”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.