Quantcast

Darfo, beve un caffè dopo la rapina all’Aci: arrestato

Più informazioni su

(red.) Martedì, intorno a mezzogiorno, con un casco da motociclista a coprirgli il viso e un coltello in mano ha messo a segno una rapina all’agenzia Aci di Darfo, dove ha sede la scuola guida “Diego”, in via Donatori di Sangue 8. Dopo aver minacciato l’impiegata dell’Automobil Club, l’uomo, un 45enne di Bienno, già noto alle forze dell’ordine per aver commesso altri piccoli reati, si è fatto consegnare il denaro contenuto nella cassa e, con un bottino di 250 euro, si è dato alla fuga.
Ad acciuffarlo sono stai i carabinieri del paese, che fanno capo alla Compagnia di Breno, immediatamente allertati. I militari, grazie alle informazioni fornite dalla vittima, ma anche da alcuni passanti che hanno notato l’uomo fuggire, lo hanno intercettato in un bar, mentre sorseggiava beatamente un caffè, come se nulla fosse accaduto. Sperando che nessuno lo riconoscesse si era tolto casco e giubbotto indossati durante il colpo, ma i carabinieri lo hanno riconosciuto e bloccato. Addosso aveva ancora il coltello a serramanico leggermente ricurvo con una lama lunga dieci cm e i 250 euro appena sottratti all’agenzia Aci. Il denaro è stato restituito, mentre per il 45enne di Bienno si sono aperte le porte del carcere con l’accusa di rapina aggravata.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.