Quantcast

Muore per choc anafilattico, medico indagato

(red.) Stroncata da uno choc anafilattico provocato dalle cure prescritte da un medico di base, G.N., 66 anni, ora indagato per omicidio colposo.
È successo a Brescia, il 18 novembre 2011: la vittima è E. B., 62enne casalinga bresciana. La donna, secondo quanto emerso dall’esame autoptico e dalla consulenza farmacologica disposta dalla Procura, era allergica la farmaco che il dottore le ha somministrato.
La paziente risultava già affetta da alcune allergie sulla base delle quali, questa la motivazione dell’iscrizione nel registro degli indagati, il medico avrebbe disporre accertamenti approfonditi prima di somministrare la nuova cura a base di cefalosporina, assunta attraverso un’iniezione praticata dal marito e che le ha provocato la reazione fatale.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.