Quantcast

Chiesti 12 anni per il rapinatore di farmacie

Più informazioni su

(red.) Pesante l’accusa formulata a carico di Marco Shabani, 25 anni, il cosiddetto “terrore delle farmacie”, ritenuto responsabile del colpo del 28 settembre del 2010 ai danni della farmacia Austoni, nella zona di via Cremona a Brescia. Il pubblico ministero ha chiesto una condanna a 12 anni di reclusione.
Un episodio da “far west” criminale, quello avvenuto a Brescia, con il 25enne in fuga e braccato dalle forze dell’ordine che, per farsi largo, seminò il panico dopo l’irruzione a mano armata (l’rma risultò poi giocattolo) nella farmacia e inscenando una rocambolesca fuga con una Opel Corsa sottratta con al violenza d un pakistano. Nel tentativo di scappare Shabani urtò un agente della Volante, episodio per il quale gli è stata contestata anche l’accusa di tentato omicidio.
All’uomo, che risultava evaso dalla comunità del Veronese dove si trovava agli arresti domiciliari, vengono imputate altre rapine, oltre a quella di Brescia, messe a segno Viareggio e Reggio Emilia.
Il 25enne deve rispondere di rapina aggravata, ricettazione, violenza e resistenza a pubblico ufficiale, false generalità.
Il processo è stato aggiornato al 23 febbraio, giorno in cui verrà emessa la sentenza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.