Quantcast

Muscoline, bracconiere in ciabatte sparava a specie protette

Più informazioni su

(red.) Un abbigliamento decisamente insolito quello adottato da un bracconiere bresciano sorpreso a sparare, senza licenza e in ciabatte.
L’episodio è stato segnalato dalle guardie venatorie del Wwf che hanno  pizzicato l’uomo nelle campagne di  Muscoline (Brescia) mentre stava sparando a fianco della propria auto vestito in abbigliamento casual, e calzando un paio di pantofole.
L’uomo non risultava in possesso della licenza per l´attività venatoria.
Il bracconiere è stato colto in flagranza mentre abbatteva l’esemplare di un fringuello, una specie protetta.
Coadiuvati dalla polizia provinciale le guardie del Wwf hanno bloccato il cacciatore di frodo. Sequestrati
arma e selvaggina. L’uomo è stato denunciato per porto abusivo d´arma e per abbattimento di specie protette e sanzionato per oltre mille euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.