Rifiuti illegali, denunciati due nomadi e un pensionato

(red.) Intercettati prima che, con molta probabilità, si liberassero dei rifiuti che trasportavano, disperdendoli in aperta campagna.
Due nomadi 25enne, residenti nel campo di via Orzinuovi a Brescia sono stati fermati nei giorni scorsi dalla polizia Locale di Rezzato mentre viaggiavano a bordo di un autocarro che trasportava un’ingente quantità di materiali di scarto, 11 quintali di plastica, teloni per camion, spoiler, lungo una strada secondaria in campagna.
Insospettiti, i vigili hanno deciso di fermare e controllare il mezzo: il carico viaggiava senza documenti che comprovassero la necessaria autorizzazione all’attività di trasporto e smaltimento rifiuti.
Da ulteriori accertamenti è emerso che a Dello, era stata depositata della merce simile a quella intercettata a Rezzato, all’interno di un deposito recintato di proprietà di un pensionato del posto. L’uomo è stato denunciato per violazione delle norme in materia di deposito e smaltimento dei rifiuti in concorso con gli altri due giovani nomadi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.