Quantcast

Rapinavano lucciole, in manette due italiani

Più informazioni su

(red.) Individuati grazie alle parole d’amore scritte su una tendina parasole posizionata sulla macchina usata per rapinare le prostitute.
Sono finiti in manette due giovani italiani accusati di aver messo a segno ben tre rapine, una tentata, e una violenza sessuale ai danni di prostitute dell’Est che “lavoranO” sulla Statale 11, tra Sant’Eufemia e Mazzano (Brescia).
Gli arrestati sono Innocenzo Luca F., 29enne, della provincia di Catania ma domiciliato a Paratico, e Massimo P. di 31 anni, domiciliato nell’abitazione dell’amico.
Devono rispondere di rapina in concorso, e il catanese anche di violenza sessuale.
Uno dei due (entrambi sono incensurati e pare disoccupati), abbordava le prostitute e dopo avere contrattato il prezzo della prestazione, una volta giunto in un luogo appartato, si faceva aiutare dal complice che emergeva improvvisamente dal sedile posteriore dell’auto e, armato di coltello, si faceva consegnare dalle ragazze il denaro e gli effetti personali.
Una decina le aggressioni alle lucciole messe a segno negli ultimi mesi, ma solo in quattro casi le ragazze si sono rivolte alle forze dell’ordine.
Ai due vengono contestate le rapine del 16 settembre a una 18enne romena, del 4 ottobre ad un’albanese di 23 anni, del 6 ottobre a una 19enne romena, giovane che sarebbe stata anche violentata dal 29enne e la tentata rapina del 7 ottobre ad una 23enne romena. I due sono stati riconosciuti dalle loro vittime. In particolare una di loro ricordava alcune scritte amorose sul parasole della vettura. Frasi che hanno incastrato la coppia di malviventi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.