Quantcast

Macbeth di Giuseppe Verdi in scena al Grande

Più informazioni su

    (red.) La Stagione Opera e Balletto 2019 prosegue con il terzo appuntamento in cartellone. Giovedì 14 novembre alle ore 20.30 e sabato 16 novembre alle ore 15.30 andrà in scena Macbeth di Giuseppe Verdi. 

    Il capolavoro Macbeth, assente dal palcoscenico del Teatro Grande da 12 anni, è la decima opera composta da Giuseppe Verdi. Durante la sua lunga e prolifica carriera, Verdi ha più volte celebrato in musica le pièces teatrali di William Shakespeare. Dopo il Falstaff andato in scena lo scorso anno con grande successo, i Teatri di OperaLombardia mettono in scena Macbeth, capolavoro di un Verdi trentenne, che scrive quest’opera per il Teatro alla Pergola di Firenze nel 1847, su libretto di Francesco Maria Piave. Tra profezie di streghe, scene di sonnambulismo e notti sanguinolente, Macbeth è opera onirica, sublime e veemente che approda al Teatro Grande riproponendo l’allestimento internazionale del Teatro Nacional de Sao Carlos di Lisbona con la regia di Elena Barbalich, scene e costumi a cura di Tommaso Lagattolla. La regista utilizza pochi componenti scenici ai quali affida un evidente valore simbolico: idea visiva portante è quella di un grande elemento circolare posto, di volta in volta, sul fondo della scena, a sembianza dell’iride di un enorme occhio, o portato in avanti a simulare il tavolo del brindisi o, ancora, il cerchio malefico delle streghe dal centro del quale spuntano le apparizioni del terzo atto. Una produzione a tinte forti, elegante ma di grande impatto emotivo, che conquisterà ogni fascia di pubblico.

    BIGLIETTI INTERO UNDER30 OVER65 STUDENTI
    UNDER18
    Platea e Palchi I-II-III ordine € 60,00 € 35,00 € 48,00 € 15,00
    I^ Galleria e Palchi IV ordine € 35,00 € 24,00 € 30,00
    II^ Galleria € 20,00 € 15,00 € 15,00

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.