Quantcast

Oltre la strada, i quartieri: mettiamo in scena via Milano

(red.) Riprende il laboratorio di teatro alla Casa del Quartiere dal titolo “Oltre la strada, i quartieri: mettiamo in scena via Milano!”

Da qualche mese un gruppo di ricerca si incontra alla Casa del Quartiere. Sono state raccolte interviste ad abitanti storici e realizzate fotografie per ricostruire il passato del quartiere, cercando di cogliere le trasformazioni del presente.
Questi materiali sono stati elaborati in un breve ed estivo laboratorio teatrale e messi in scena l’8 settembre alla festa “Quartieri e Popoli 2018”. Ora il laboratorio teatrale continuerà per creare nuove rappresentazioni in diversi luoghi del quartiere Fiumicello. Il laboratorio si ispira alle tecniche del teatro sociale e del “teatro dell’oppresso” di Augusto Boal. L’obbiettivo non è solo quello di rappresentare la storia e la realtà attuale di via Milano, ma di interrogare attivamente il pubblico sulle problematiche e sulle possibili soluzioni in un quartiere che nei prossimi anni vedrà importanti cambiamenti. Il pubblico non sarà quindi solo spettatore ma diventerà anche attore nelle scene.
Ai partecipanti del laboratorio verrà proposto un percorso in cui potranno sperimentare le tecniche base dell’arte dell’attore (training, improvvisazione, composizione), e allo stesso tempo saranno i creatori delle scene coadiuvati dalla conduttrice. Un teatro fatto da chi vive la città per entrare in comunicazione attiva e creativa con la città stessa.
Il laboratorio è aperto a tutte e a tutti senza limiti di età e non sono necessarie precedenti esperienze teatrali.Si svolgerà tutti i mercoledì dalle 20:30 alle 22:30 a partire dal 17 ottobre presso “La Casa del Quartiere” di via Milano, 59.
La partecipazione è gratuita. Il laboratorio è condotto da Marina Beatini, percorso formativo in teatro sociale, Biomeccanica Teatrale di
Mejerchol’d e scuola di formazione in Teatroterapia.
 
Per informazioni e iscrizioni contattate la pagina Facebook della Casa del Quartiere o telefonate al 320-0515961.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.