Quantcast

Metalleghe Sanitars, nuovo biennale per Sara Alberti

(red.) Riconferma importante in casa Metalleghe Sanitars Montichiari (Brescia): Sara Alberti, classe 1993, centrale di 185 cm, ha firmato un contratto di due anni con la società di cui fa parte già dalla stagione 2012/2013.
Dopo la prima buona annata, nella quale l’atleta biancorossa ha dovuto anche superare un problema al polso, la sua crescita è stata continua. I numeri di questo campionato parlano chiaro: 182 punti realizzati, di cui ben 62 a muro in 66 set giocati, sono la conferma che Sara è stata un riferimento costante per la squadra con la quale ha ottenuto la promozione in A1.
Nonostante i suoi 21 anni, la bresciana Alberti ha già vestito la maglia azzurra con la quale ha vinto il campionato mondiale juniores nel 2011 in Perù. Ha partecipato la scorsa estate al mondiale under 23 in Messico, arrivando alla finale 5°/6° posto.
Sara commenta con semplicità e schiettezza la sua riconferma: «Credo che fare ancora parte di una società seria come questa sia già di per sé un’opportunità grande. Con il presidente, la dirigenza e il coach abbiamo sempre lavorato bene e io voglio continuare con loro questo percorso di crescita. Dal punto di vista tecnico, la stagione passata abbiamo insistito tanto sul muro: spero i risultati si siano visti. Sono pronta a lavorare e crescere ancora qui per i prossimi due anni».
Anche il tecnico Leonardo Barbieri sottolinea come la giovane bresciana abbia fatto grandi progressi quest’anno in entrambi i fondamentali-chiave per il suo ruolo: attacco e muro.
Il coach ritiene che, mantenendo impegno e umiltà, Sara Alberti abbia tutte le carte in regola per fare un ulteriore salto di qualità e per fare bene anche nella prossima stagione di A1.
«Sono contento per il contratto biennale che la società ha proposto a Sara: credo che il progetto a lungo termine le permetterà di lavorare con serenità», conclude Barbieri.
Lo stesso spunto viene ripreso dal presidente Giuseppe Zampedri, che commenta: «Sono felice di avere concluso l’accordo con Sara a dimostrazione che la fiducia reciprocamente dimostrata negli anni è stata ben riposta e ha contribuito a portare risultati concreti e positivi. Sono sicuro che questo accordo porterà ancora vantaggi, sia alla società che all’atleta».

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.