Quantcast

Autonomie territoriali, “sistema da riformare

(red.) “Quello che chiediamo é una riforma radicale del sistema delle autonomie territoriali, una riforma che ha i sui pilastri su due principi fondamentali: la salvaguardia delle differenze, che sono un valore se riconducono all’unità, e la difesa del mandato popolare attraverso il voto”. Queste in sintesi la richiesta lanciata dal capogruppo del Nuovo Centrodestra in Regione Lombardia, Mauro Parolini, durante il dibattito in Consiglio Regionale sulle “Riforme istituzionali, ruolo delle Regioni e delle Autonomie locali” che ha portato all’approvazione di un Ordine del Giorno.
“Oggi – continua Parolini – in Consiglio abbiamo affrontato il tema della riforma del titolo V guardando alla sostanza, affermando con forza che per noi semplificazione delle istituzioni non significa eliminazione delle differenze. Una posizione in evidente contrasto con quelle proposte che vorrebbero appiattire tutto eliminando o negando le peculiarità dei singoli territori, e, ancor peggio, evitare di valorizzare e riconoscere gli esempi di virtuosità che ci sono nel Paese e nel nostro territorio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.