«C’erano una volta i ghiacciai…»

(red.) Sulle vette dei monti bresciani sono ancora molti i ghiacciai: da quelli dell’Adamello e del Pisgana, fino a quelli più piccoli del Corno Baitone. Ma anch’essi, come la maggior parte di quelli alpini, patiscono il surriscaldamento globale e rischiano di sparire.
Per discutere della questione il Cai ha organizzato per lunedì 10 febbraio un incontro presso l’auditorium del Museo di Scienze Naturali in via Oznam 4. Relatore dell’incontro sarà Riccardo Scotti, geologo valtellinese e operatore glaciologico che esporrà lo studio che illustra l’evoluzione dei ghiacciai lombardi svolto dal Servizio Glaciologico Lombardo, associazione volontaristica che da oltre vent’anni coordina ricerche sui ghiacciai della nostra regione. Ad essere discussi saranno i dati e le previsioni dell’ente secondo cui, entro la fine del secolo, molti di questi bacini glaciali, sono destinati a estinguersi.
In occasione dell’incontro sarà esposta al museo una galleria fotografica che documenta il progetto «Ghiacciai di una volta». L’iniziativa è del Museo delle Scienze di Trento, e si propone di documentare attraverso il confronto tra immagini d’epoca e moderne l’evoluzione dei ghiacciai italiani.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.