Quantcast

Un accordo interregionale per promuovere il Garda

(red.) Un accordo interregionale per promuovere il Garda. La notizia arriva dalla Giunta regionale lombarda che venerdì 24 gennaio ha approvato un documento che promuove la sinergia con il Veneto e il Trentino per la promozione del territorio benacense, in vista dell’Expo 2015, ma anche del riconoscimento dell’Unesco.  Organo di ccordinmamento fra le tre regioni sarà la Comunità del Garda.
I settori prioritari e strategici di intervento sono la tutela di ambiente e paesaggio, la qualità delle acque, la sicurezza idrica e regolazione dei livelli, la mobilità, le infrastrutture di area, la navigazione pubblica e privata, la sicurezza della navigazione, la tutela e valorizzazione del patrimonio storico, archeologico, artistico e culturale, nonché la predisposizione di un disegno coordinato di pianificazione territoriale.
Soddisfatto il presidente della Comunità, Giorgio Passionelli, che,dopola deliberazione veneta dell’ottobre 2013, assiste a questa ulteriore conferma. Soddisfazione è stata espressa anche dal consigliere regionale MauroParolini: «Si è compiuto un passaggio fondamentale per ridurre la frammentazione istituzionale del territorio gardesano. È una scelta decisiva anche per raggiungereunaltro obiettivo: il riconoscimento del Garda come patrimonio naturale dell’Unesco. Armonizzare le scelte politiche e amministrative su quest’area consentirà, poi, un rilancio del suo potenziale attrattivo anche in vista di Expo 2015».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.