Ospitaletto, la Mini-Imu prorogata a giugno

(red.) Ad Ospitaletto non saranno applicate sanzioni per la Mini-Imu pagata oltre i termini. A comunicarlo sono gli stessi uffici comunali, che, in data mercoledì 22 gennaio, hanno diffuso un comunicato stampa.
La giunta comunale, infatti, ha deciso di non penalizzare quelle famiglie che non avessero provveduto al saldo delle rate della Mini Imu dando limite di tempo fino al prossimo giugno sena ulteriori interessi aggiuntivi. “Crediamo che in un momento così difficile per le famiglie, la solidarietà e la vera partecipazione della politica vadano dimostrate con fatti veri, tangibili, che certo non potranno risolvere ogni problema, ma potranno contribuire a non penalizzare ulteriormente chi vive già condizioni di difficoltà – sottolinea il sindaco Giovanni Battista Sarnico – . Sappiamo benissimo che  pagare la Mini Imu entro giugno non sarà una panacea per tutti i mali, ma vogliamo che sia un segnale di vera vicinanza, una mano tesa, la dimostrazione reale che il Comune c’è e lavora per loro”.
Infatti, in attesa della conclusione del dibattito parlamentare relativo alla conversione in legge del D.L. N. 133/2013 previsto in data successiva alla scadenza del 24/01/2014, per effettuare l’eventuale versamento della Mini-Imu pari al 40% della differenza tra l’imposta calcolata con aliquota base (4 x mille) e l’imposta calcolata con l’aliquota del Comune (6 x mille) da parte dei proprietari di immobili adibiti ad abitazione principale, si informa che la Giunta comunale con propria deliberazione n. 1 del 13/01/2014 ha stabilito che, qualora il versamento sia effettuato oltre la scadenza prevista del 24/01/2014, e comunque entro il 16/06/2014, non verranno applicate sanzioni ed interessi.
Per ulteriori informazioni è possibile contattare lo sportello dedicato al pagamento dell’imposta al numero di telefono 030/6841296, Fax: 030/6840383.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.