Quantcast

Mini Imu, a Darfo un servizio per saperne di più

Più informazioni su

(red.) Si avvicina la scadenza per il pagamento della mini imposta Imu, il 24 gennaio, anche per i contribuenti della provincia di Brescia.
Si tratta dell’imposta dovuta per le abitazioni principali derivante dall’applicazione di una aliquota IMU superiore a quella fissata dalla normativa nazionale e deliberata nel 2012. «L’imposta di cui parla è relativa alla quota per la quale il Governo centrale non ha previsto copertura», afferma Osvaldo Benedetti, Assessore al Bilancio della Città di Darfo Boario Terme, «lo Stato, negli ultimi otto mesi, è intervenuto almeno trenta volte in merito alla fiscalità sulla casa. Troppo anche per il più intelligente dei nostri cittadini. Ecco allora che abbiamo ritenuto indispensabile, ancora una volta, dare il miglior sostegno informativo ai contribuenti che devono ottemperare all’ennesimo colpo di scena che ha costellato il panorama tributario degli enti locali nell’ultimo anno».
Il pagamento riguarderà, in particolare, i fabbricati adibiti ad abitazione principale con relative pertinenze e sarà pari al 40% della differenza tra l’ammontare dell’imposta calcolata con aliquota e detrazioni deliberate dal Comune (4,8 per mille) e l’imposta calcolata con aliquota e detrazioni previste dalla normativa statale (4 per mille). «Il calcolo dell’imposta, la compilazione delle deleghe o l’F24 possono essere piuttosto complesse», continua  Benedetti, «per questa ragione è stato previsto un servizio di supporto ai cittadini al fine di fornire informazioni e dettagli con una estensione dell’orario di sportello dell’Ufficio Tributi che risulterà, così, aperto dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 12.20 e dalle 14,30 alle 17,20 e il venerdì dalle 9 alle 12,20». Il servizio sarà svolto previo appuntamento fissato contattando l’Ufficio Tributi allo 0364-541230.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.