Imprese e Territorio, agronomi e forestali uniti a Cividate

(red.) È stato presentato giovedì pomeriggio presso l’Incubatore di Imprese a Cividate Camuno (Brescia) il protocollo di intesa sottoscritto in data odierna da Impresa e Territorio scarl, società di gestione dell’Incubatore di Imprese e l’Ordine dei dottori Agronomi e dei dottori Forestali della Provincia di Brescia.
Presenti alla conferenza stampa il presidente dell’Ordine Gianpietro Bara, il Consigliere di Amministrazione di Impresa e Territorio scarl Donato Filippini e il Direttore dell’Incubatore di Imprese Laura Franzoni.
“La sigla di questo protocollo rappresenta per il nostro ordine un momento importante” sottolinea il Presidente Bara “Il nostro è un ordine che rappresenta circa 250 professionisti, di essi una buona parte sono giovani questo protocollo è per noi un nuovo strumento pensato soprattutto per loro”.
“La sottoscrizione di questo protocollo di intesa fa parte di un percorso ben definito da Impresa e Territorio scarl”, sottolinea il consigliere Filippini “che è quello di avvicinare tutte le professionalità presenti sul nostro territorio non solo locale ma anche provinciale per condividere con loro progetti di sviluppo ed iniziative finalizzate a creare nuove opportunità e nuova occupazione”.
Ed è proprio di progetti e di giovani che parla il protocollo di intesa, dopo quello siglato con l’ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia lo scorso 22 maggio con l’obiettivo di sostenere e coordinare interventi ed azioni in materia di “nuova impresa” e di innovazione e ricerca, quello con i  dottori Agronomi e i dottori Forestali si pone l’obiettivo di sostenere e coordinare interventi ed azioni in materia di valorizzazione del territorio. “La professione dell’Agronomo e del Forestale è senza dubbio fondamentale per tutto il territorio, avere tra le nostre collaborazioni quella con questo ordine” precisa il Direttore Laura Franzoni “Ci permette di unire le forze e di dare la giusta attenzione a tutti i professionisti e a tutte le competenze presenti all’interno della nostra provincia.” Il protocollo prevede una sinergia tra le parti dando vita ad una collaborazione orientata alla promozione e realizzazione delle condizioni di massima cooperazione tra le parti per lo sviluppo di progetti e opportunità a carattere locale, provinciale, regionale e nazionale finalizzate allo sviluppo di nuove opportunità di crescita del territorio e delle realtà da essi rappresentate. Il protocollo ha durata annuale e prevede azioni mirate a tre diverse tipologie di destinatari i neolaureati inoccupati e/o disoccupati, i professionisti in fase di avvio della propria attività professionale ed professionisti con attività professionale già avviata.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.