Studenti bresciani “primi in sicurezza”

(red.) Il 30 maggio, alcuni studenti bresciani, fra i 400 provenienti da tutta Italia, hanno partecipato alla premiazione dell’XI edizione del concorso nazionale “Primi in sicurezza – Premio Emilio Rossini”. L’evento  si è svolto quest’anno a Seriate, presso la sede della Rossini Trading, l’azienda bergamasca promotrice, insieme a Anmil e al mensile Okay!, dell’iniziativa che invita il mondo della scuola a realizzare elaborati sul tema della sicurezza in ambito lavorativo. Tra i 18 istituti scolastici premiati quest’anno spicca la scuola dell’infanzia di Capriolo, che si è aggiudicata il 3° premio nella rispettiva categoria. L’obiettivo di “Primi in sicurezza” è quello di  avvicinare gli studenti alle problematiche degli incidenti in ambito lavorativo, al fine di conoscerne le cause e le dinamiche, sensibilizzando così le nuove generazioni sulla necessità della prevenzione. I primi classificati di ogni categoria (scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di 1° e secondarie di 2°), hanno ricevuto anche la medaglia del presidente della Repubblica, a testimonianza dell’alto valore sociale dell’iniziativa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.