Quantcast

Banco di Brescia, chiusura anticipata dei bond “No Limits” Onlus di Lodi

(red.) Il Banco di Brescia procede alla chiusura anticipata del periodo di offerta del Social Bond i cui proventi saranno in parte devoluti a titolo di liberalità all’Associazione Sportiva Dilettantistica “No Limits” Onlus di Lodi, in quanto le adesioni hanno raggiunto l’ammontare massimo nominale di 5.000.000 di euro.
Lo 0,50% dell’ammontare nominale collocato del Social Bond sarà devoluto dal Banco di Brescia a No Limits Onlus a sostegno delle numerose attività sociali che l’Associazione svolge sul territorio per la promozione, la diffusione e l’organizzazione dell’attività motoria e sportiva dilettantistica, compresa l’attività didattica e formativa, rivolta a bambini, adolescenti ed adulti con disabilità sul piano motorio, cognitivo, intellettivo, relazionale e dello sviluppo affettivo, attraverso interventi individuali e di gruppo in cui lo sport diventi occasione di crescita personale e di reale integrazione.
“Le richieste sono risultate molto numerose e siamo decisamente soddisfatti del risultato raggiunto, che testimonia la sensibilità dei risparmiatori lodigiani”, ha dichiarato Angelo Spelta,Direttore Territoriale Lombardia Sud del Banco di Brescia. “I Social Bond UBI Comunità valorizzano il legame privilegiato del nostro Istituto con il territorio e ci consentono di concorrere allo sviluppo dell’economia del bene comune, promuovendo percorsi di crescita sostenibili e di innovazione sociale. Il nostro motto Fare Banca per Bene si concretizza anche sostenendo iniziative di grande valore sociale che contribuiscono allo sviluppo dell’economia del bene comune”.
“Apprendo con grande soddisfazione”, ha affermato Alessandra Sanna, Presidente di No Limits Onlus, “che in poche ore i bond emessi dal Banco di Brescia sono stati collocati. E’ uno straordinario risultato che dimostra la capacità di risposta dei cittadini lodigiani a proposte serie e con profonde finalità sociali. E’ la più bella dimostrazione di cosa vuole dire oggi praticare concretamente la responsabilità sociale d’impresa. Un successo che apre prospettive importanti al nostro intervento nel territorio e che celebreremo con i nostri atleti durante i prossimi Giochi Nazionali Special Olympics Italia a Lodi”.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.