Quantcast

Volley, Sanitars batte Marsala e torna in zona play off

Più informazioni su

(red.) La Sanitars Metalleghe Mazzano supera per 3-0 la Sigel Pallavolo Marsala, si porta a quota 33 punti e torna prepotentemente in zona play off. Contro le siciliane, dopo un inizio traballante, le bresciane si sciolgono e mostrano un ottimo gioco di squadra, incisivo e convincente, portandosi a quota 33 punti, un bottino che vale il sesto posto in classifica: “I play off? Ce li meritiamo: le prossime partite contro Ornavasso e Montichiari saranno delicatissime, ma noi ce la metteremo tutta per conquistare tutti i punti in palio”, hanno dichiarato la centrale Garbet e la schiacciatrice Martini a fine gara.
All’inizio del primo set Marsala, bravo in difesa, fa la voce grossa con Olowolafe, mentre le bresciane rispondono con gli attacchi di Koleva e Serena. Si gioca sul filo dell’equilibrio fino al 15 pari, poi Schaus infastidisce dal centro e la Sigel fa suo il secondo stop tecnico. Le bresciane, allora, mettono mano ai pallonetti e aumentano la pressione a muro, ma non riescono comunque ad arrestare un mai domo Marsala e a prendere il largo. È 20-20,  poi Serena sale in cattedra e trascina le sue compagne sul 25-21 finale. Nel secondo set è ancora la Sanitars Metalleghe, bravo in ricezione e a muro, a comandare. La gioia, però, dura poco per via di qualche imprecisione in ricezione: si torna a lottare, ed è 12-12. Un errore in battuta di Olowolafe, un attacco e due ace di Koleva segnano poi l’allungo della Sanitars Metalleghe che si porta prima sul 18-13, poi sul 21-17 e, infine, sul 25-22. Nel terzo set per Mazzano tutto funziona a dovere ed è subito 8-4. Padua e Vujko sottorete, però, provano ad accorciare le distanze riuscendoci: le siciliane si portano a -2, ma le locali vogliono chiudere la pratica Marsala il più velocemente possibile e, grazie ad un ottimo attacco, si portano prima sul 21-16 e poi sul 25-18 finale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.