Quantcast

Il dono del sangue, un seminario di Avis Brescia

(red.) L’Avis  e l’ Osservatorio sul volontariato organizzano per sabato 9 marzo, un seminario per riflettere  sulla scelta di diventare donatore di sangue. L’appuntamento è a Brescia, in piazzetta Avis, a partire dalle ore 9.45.
Il seminario presenterà i risultati di due ricerche promosse da Avis in collaborazione con l’Osservatorio sul Volontariato dell’Università Cattolica di Brescia. I dati emersi saranno oggetto di confronto per chi opera a livello locale e nazionale. Saranno presenti il presidente Avis nazionale, Vincenzo Saturni; i presidenti di Avis Lombardia e Emilia Romagna,  Domenico Giupponi e Andrea Tieghi, la dott.ssa Sabina Polidori, dell’Osservatorio Nazionale per il Volontariato del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Le sezioni Avis sanno che sforzo richiede al donatore ogni volta, ad ogni singola donazione. Sanno, perché lo vivono sulla loro pelle, quanto la donazione sia un segno tangibile di reciprocità per un ben-essere sociale migliore. Sanno quanta attenzione va dedicata a tutte le età, a partire da quelle che sono troppo giovani per donare. Sanno quale funzione educativa alla donazione e alla solidarietà è necessaria con ogni singolo socio e nel territorio.
In questi anni l’ Avis ha sostenuto studi e ricerche realizzate dall’Osservatorio sul Volontariato della Cattolica per conoscere e per coinvolgere donatori nuovi e fidelizzare i già iscritti. Dal 2010 l’Osservatorio ha promosso due bandi tesi per incentivare e promuovere la ricerca scientifica sul volontariato e in ciascuno è stata premiata una ricerca sulla donazione del sangue.  Avis Lombardia e Avis Brescia ne hanno permesso la pubblicazione nella collana “Essere, crescere volontari”, creata dall’Osservatorio sul Volontariato presso La Scuola Editrice, e che oggi conta n°  7 volumi.
I volumi premiati dall’OV riguardanti da donazione sono stati: A. Fantauzzi, Antropologia della donazione, 2011; P. Guiddi, Quando uno vale due. Psicologia della donazione di sangue, 2013.
Dal 2012, L’OV progetta e conduce azioni di promozione della solidarietà nelle scuole bresciane. Ad oggi sono più di 100 le classi di ogni ordine e grado che sono state stimolate a riflettere sulla positività delle esperienze di solidarietà e sul valore della donazione gratuita e altruistica di sé.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.