Quantcast

Volley A2, la Sanitars abbatte il Bisonte San Casciano

(red.)  La Sanitars Metalleghe Mazzano (Brescia) bissa il successo dell’andata e, nella settima giornata di ritorno del campionato di volley A2, superando per 3-2 il Bisonte San Casciano e si porta a quota 28 punti, equivalenti alla sesta posizione in classifica.
“È stata la partita del riscatto, ci abbiamo messo tanto cuore, ma che fatica”,ha commentato a fine gara il capitano delle biancorosse, Natalia Serena. “Abbiamo raccolto punti importanti in chiave play off: è una zona in cui vogliamo rimanere, lo dobbiamo a noi, alla società, al pubblico”.
Nel primo set, dopo un brutto avvio, le bresciane – senza Alberti e Kucerova, infortunate – cominciano ad ingranare e, al primo stop tecnico, il tabellone segna 8-7. Koleva e Martini, però, salgono in cattedra e Mazzano si porta con determinazione sul 16-8: Serena, poi, fa il resto e la Sanitars Metalleghe chiude per 25-14. L’inizio del secondo set è uguale a quello precedente, con le bresciane sotto 1-4: con la solita determinazione, però, le biancorosse recuperano ed è 5 pari. L’equilibrio regna fino al 10-10, poi Bianchini infastidisce in battuta e San Casciano torna a spadroneggiare. Il tabellone segna 16-11 quando Koleva decide di ripagare le toscane delle stessa moneta: grazie ad un buon servizio, infatti, la Sanitars Metalleghe si fa pericolosissima e si porta ad un passo. È 18-19, ma il Bisonte picchia forte e vince per 25-19. Nel terzo set le toscane continuano a dominare, portandosi prima sul 10-3 e poi sul 16-11. Mazzano, impreciso, fatica a costruire un gioco incisivo e  permette a San Casciano di trionfare per 25-17. Nel quarto set le ospiti si portano subito avanti, ma la Sanitars Metalleghe non vuole mollare e prima si porta sul 12 pari, poi supera le avversarie con un buon muro e va prima sul 14-12, poi sul 20-18 e, infine, sul tesissimo 26-24. Si va al tie break dove, a trionfare per 15-12, sono le padrone di casa.
Prima dell’inizio del match è stata presentata la nuova maglia della Sanitars Metalleghe Mazzano, riportante il logo dello sponsor Esart Fonderie Srl. “Siamo molto felici e orgogliosi di questo ritorno – hanno commentato all’unisono Esa Fedrigoli, titolare della Esart, e Giuseppe Zampedri, Presidente della Promoball Vbf -. Non potevamo chiedere di più: dopo due anni di lontananza dal gruppo degli sponsor, ora la nostra “famiglia” si è finalmente riunita”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.