Quantcast

LAV, nuovi volontari cercansi

(red.) Cerca nuovi volontari la LAV (Lega Anti Vivisezione Onlus) di Brescia, per poter ampliare le proprie attività.
Dopo la liberazione dei beagle di  Green Hill, che ha visto fortemente coinvolta la sede locale, ci sono molte altre sfide da affrontare. Per  questo l’associazione ha indetto per mercoledì 14 novembre alle ore  21, presso la sede a Flero in Piazza IV Novembre 11, una riunione di  presentazione aperta al pubblico, rivolta a soci e simpatizzanti che  hanno intenzione di dare una mano concreta all’associazione e di  conseguenza agli animali. Sarà anche l’occasione per presentare e  decidere insieme le attività dei prossimi mesi.
Dal 1977 la LAV si batte contro ogni forma di sfruttamento e violenza  sugli animali umani e non umani, sull’ambiente e gli ecosistemi, per  il rispetto del diritto alla vita di ogni essere vivente. La LAV è riconosciuta Ente Morale con Decreto Ministeriale 19.5.1998 e  Onlus-Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. Tra le molte  altre cose, dal 1999 è firmataria di un Protocollo d’Intesa con il  Ministero della Pubblica Istruzione allo scopo di promuovere la  diffusione e l’approfondimento dei temi dell’educazione al rispetto di  tutti gli esseri viventi nelle scuole di ogni ordine e grado.
“Crediamo che fare volontariato attivo nella LAV sia un’esperienza di  crescita personale eccezionale: aiutare soggetti deboli e sfruttati  come gli animali è un’occasione per abbracciare il concetto di rispetto e solidarietà verso qualsiasi essere vivente che si trova in  difficoltà”, si legge in una nota della sede locale di Brescia.
“I giorni di  quest’estate in cui abbiamo contribuito a dare una nuova vita a più di  2600 cani beagle sono ancora nei nostri cuori, e come sede locale  siamo tuttora impegnati nella vicenda seguendo le famiglie affidatarie  nel post-affido. L’associazione ha dato prova con la vicenda Green  Hill di avere le competenze e le capacità per affrontare e vincere  battaglie difficili, ora saremmo felici di avere nuove persone  disponibili ad unirsi a noi per vincerne altre”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.