Quantcast

Juri Ragnoli trionfa al Gimondi Bike di Iseo

Più informazioni su

(red.) La GimondiBike 2012 era una tappa fondamentale del suo percorso di avvicinamento verso il Mondiale Marathon della prossima settimana ad Ornans, in Francia, e l’azzurro Juri Ragnoli ha confermato il suo stato di forma vincendo la competizione internazionale MTB di Iseo, a Brescia.
Grande prestazione per il biker bresciano della Scott Racing Team che ci teneva a fare bene in casa al cospetto di avversari di indubbio valore.  Ragnoli ha fatto la differenza nel finale staccando il francese della TX Active-Bianchi Stephan Tempier, secondo, poi Michele Casagrande (Elettroveneta Corradec), terzo, il colombiano Leonardo Paez (TX Active-Bianchi), quarto, più staccato Daniele Mensi (Scott), quinto, l’ex stradista Mirko Celestino (Avion Axevo), sesto ed in settima posizione Tony Longo (TX Active-Bianchi) che la GimondiBike l’aveva vinta un anno fa. In ottava e nona posizione l’altoatesino Gerhard Kerschbaumer (TX Active-Bianchi) davanti al colombiano Amaya Chia della KTM Sthil Torrevilla, rispettivamente primo e secondo della categoria Under 23.
Dodicesimo il bergamasco Oscar Lazzaroni (WR compositi) primo dei Master. Il primo degli Juniores, invece, è risultato Denis Fumarola della Giant Team Italia davanti al valtellinese Federico Barri della TX Active-Bianchi.
Avvincente anche la sfida al femminile con il successo, quasi a sorpresa, di Sandra Klomp della KTM Stihl Torrevilla che è passata al comando nell’ultima parte di gara superando le due avversarie più agguerrite Elena Gaddoni (FRM Factory Team), seconda, e Roberta Gasparini (Pedali di Marca), terza. Percorso tecnico e impegnativo di 39,7 chilometri con 1.000 metri di dislivello, reso ancora più difficoltoso dal fango e dal terreno reso pesante a causa delle insistenti piogge delle scorse ore.
Ma per fortuna, nella giornata di domenica 30 settembre, il sole ha fatto capolinea a Iseo e sulla Franciacorta, Una grande festa anche per celebrare i 70 anni del campione Felice Gimondi. Prima del via, sulle note di “Tanti auguri a te”, il campione di Sedrina ha tagliato la torta preparata dall’organizzazione per celebrare insieme a tutti i campioni e agli appassionati questo grande traguardo.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.